colesterolo buono e cattivo tutti a livello di trigliceridi

colesterolo buono e cattivo tutti a livello di trigliceridi
4.9 (98.38%) 37 votes

colesterolo buono e cattivo tutti a livello di trigliceridi

colesterolo buono e cattivo tutti a livello di trigliceridi

È un dato di fatto, il colesterolo può colpire tutti poiché il 20% dei francesi ha un livello troppo alto di LDL.Tuttavia, anche se è uno dei temi di salute più popolari, è un fenomeno raramente compreso.In effetti, ci sono molte nozioni preconcette sul colesterolo buono e cattivo.In questo file completo, spieghiamo tutto, dal suo ruolo, alla migliore dieta per abbassare il suo tasso.

Che cos’è il colesterolo?

Il colesterolo èuna molecola lipidica che gioca un ruolo fondamentale in molte reazioni biochimiche.Viene prodotto naturalmente dall’organismo, ma si trova anche negli alimenti di origine animale che vengono consumati.È presente in tutti i tessuti del corpo, in particolare nelfegato dove è secreto,il cervello eil midollo spinale.

È un tipo di grasso che permette:

  • per mantenere la struttura delle membrane cellulari, svolge il ruolo di cemento cellulare.
  • Regola anche la fluidità di questa membrana in funzione della temperatura, impedendone la cristallizzazione.In questo modo la cellula è resa permeabile alle molecole idrosolubili che ne permettono lo sviluppo.Si dice che il colesterolo svolga il ruolo ditampone termico.
  • Nei neuroni, facilita la propagazione degli impulsi nervosi.
  • È anche responsabile della produzione di molte molecole.Questi includonoormoni steroidei sessuali come progesterone, estrogeni e testosterone.

Come potete vedere, il suo ruolo è ampio: interviene dalla vita cellulare alla produzione ormonale.In sintesi, senza questa molecola,il corpo umano non funziona normalmente.

Perché stiamo parlando di colesterolo buono e cattivo?

Avrete capito, a priori, che il colesterolo è una molecola piuttosto buona perché permette al corpo di funzionare correttamente.Ma allora, perché stiamo parlando di colesterolo cattivo?

Come ti ho detto, è una specie di grasso che circola in tutto il corpo.Per circolare nel nostro sangue, ha bisogno di unmezzo di trasporto.Questo è garantito da speciali proteine chiamatelipoproteine.Tuttavia, non ci sono uno, ma due tipi di lipoproteine ed è qui che entra in gioco il concetto di colesterolo buono e cattivo.Distinguiamo come segue:

  • Le HDL :HaltoD densitàLipoproteine.Come suggerisce il nome inglese, questo tipo di proteine è più denso.Il suo ruolo è quello di riportare il colesterolo in eccesso al fegato.Sarà poi eliminato in modo naturale.E’ una specie di regolatore del colesterolo.Capirete che qui ci riferiamo al colesterolo buono.
  • Le LDL :LowDdensitàLipoproteine.Sono lipoproteine a bassa densità.A differenza dell’HDL, che riporta il colesterolo al fegato, le LDL portano il colesterolo agli organi.Il problema è che quando queste proteine sono troppo numerose, si crea uno squilibrio e si accumula sulle pareti delle arterie.Questo si chiama colesterolo cattivo.
  • La cosa importante da ricordare è che quando parliamo di colesterolo buono e cattivo,in realtà stiamo parlando delle proteine che lo portano.Nessuna di queste due proteine è cattiva di per sé, anzi, sono necessarie.Il problema è quando c’è un eccesso di LDL o una mancanza di HDL: c’è più colesterolo che va agli organi che il colesterolo è eliminato.Questo squilibrio è la causa del colesterolo cattivo.

    Che cos’è il livello di colesterolo?

    Quando si parla di livelli di colesterolo, ci si riferisce acolesterolo totale.Ciò significa che si tratta della somma di HDL e LDL.In altre parole, non ci dice molto sulla vostra salute, anche se dovrebbe essere inferiore a 2 g/L.Per questo motivo l’analisi del sangue non si ferma qui e misura anche il livello di HDL e il livello di LDL in modo indipendente.Questi sono i due valori che saranno importanti al momento della diagnosi.

    • Il livello di HDL deve essere superiore a 0,4 g/L per gli uomini e 0,5 g/L per le donne.Se questo tasso è troppo basso, è comprensibile che non può essere eliminato correttamente.
    • Come per LDL, deve essere inferiore a 1,6 g/L.Altrimenti, c’è un eccesso di colesterolo che va agli organi.

    Come potete vedere, il concetto di colesterolo buono e cattivo èmolto sbagliato.Infatti, il colesterolo cattivo può provenire sia dai livelli HDL che LDL.Ciò che determina il bene del colesterolo cattivo è l’equilibrio tra questi due tipi di proteine.Questo squilibrio aumenta il rischio di malattia coronarica.

    Si raccomanda di misurare il colesterolo per la prima volta prima dei 30 anni di età.Infatti, sebbene questo equilibrio tra HDL e LDL sia spesso legato all’età, esiste una forma di eccesso di colesterolo legata al patrimonio genetico.Poi,screening ogni 5 anni fino a 50 anni poi ogni 3 anni.Questo screening consiste in un semplice esame del sangue a digiuno.

    Quali sono i rischi associati al colesterolo cattivo?

    Come certamente sapete, l’eccesso di colesterolo colpisce principalmente il cuore/strong>.Ma per essere più precisi, colpisce tutti i vostri organi perché le sue molecole di grasso si depositano sulle pareti delle vostre arterie.Nel corso del tempo, queste placche grasse si addensano, questa è chiamata aterosclerosi.Questo riduce le dimensioni delle arterie, aumentando il rischio di trombosi.In altre parole,un coagulo di sangue può formare e bloccare l’arteria e il sangue non viene più consegnato all’organo in questione.

    Prive di sangue e quindidi ossigeno, le cellule dei suoi organi muoiono, il che porta a complicazioni diverse a seconda dell’organo in questione.Se il coagulo di sangue si forma in un’arteria coronaria, allora si chiamainfarto miocardico.Ma la trombosi può colpire anche il cervello o gli arti inferiori e in questo caso ci riferiamo rispettivamente acorsa oartrite.

    In sintesi, i rischi associati al colesterolo cattivo sono gravi e possono portare alla morte.

    Quali sono i sintomi del colesterolo cattivo?

    Come l’ipertensione, il colesterolo in eccesso èun fenomeno silenzioso.Cioè, non ci sono sintomi finché non è troppo tardi.Per questo motivo è importante effettuare regolarmente esami del sangue.

    Tuttavia, ci sono segni che possono essere utilizzati per diagnosticare rapidamente gli incidenti cardiovascolari legati all’eccesso di colesterolo cattivo.E’ importante sapere come riconoscerli per poter adottare le misure necessarie nel più breve tempo possibile.In questo caso, infatti, la rapidità delle cure è spesso una questione di vita o di morte.Questi sintomi differiscono a seconda che si tratti di un attacco di cuore o di un ictus, ma nel complesso, è consigliabile prestare attenzione se si osservano diversi dei suoi segni:

    • Dolore agli arti inferiori e soprattutto al livello dela livello del polpaccio.
    • Una sensazione dioppressione e dolore al petto.
    • Febbre accompagnata da nausea e vertigini.
    • Una sensazione di freddo> freddo alle estremità.
    • Difficoltà di parola e problemi alla vista.
    • Palpitazioni, mancanza di respiro ecefalee.

    Che cosa promuove il colesterolo?

    In generale, quando pensiamo al colesterolo cattivo, pensiamo subito al nostroalimento.Infatti, ricordate, ho spiegato all’inizio dell’articolo che è prodotto naturalmente dal fegato e che è presente anche nella nostra dieta.Tuttavia, in generale, il colesterolo cattivo è dovuto al cattivo stile di vita ed è per questo che l’obesità e il sovrappeso sono generalmente associati a livelli elevati di LDL.Tuttavia, le persone magre non sono immuni dal colesterolo cattivo.In questo caso si tratta più spesso di un fenomeno genetico.

    Tranne nel caso di una malattia genetica, il livello di LDL aumenta quando:

    • La vostra dieta ètroppo ricca di alimenti animali.
    • Non si pratica sport e si conduce una vita sedentariauna vita sedentaria.
    • Sefumo e bevete alcol in eccesso
    • Il tuo ritmo di vita èstressante. 

    Inoltre, studi hanno dimostrato che il rischio di colesterolo cattivo aumenta con l’età.Varia anche in base al sesso, poiché gli uomini tendono ad avere livelli di LDL più elevati rispetto alle donne.

    Come abbassare il colesterolo “

    Fortunatamente, l’alto livello di LDL non è irreversibile ed è possibile favorire l’HDL.Come dicevo, tranne che nel caso particolare dell’ipercolesterolemia familiare, l’eccesso di colesterolo è dovuto ad uno stile di vita scadente.A priori, è quindi possibile regolare il colesterolo buono e cattivo adottando abitudini di vita sane.

    Monitora la tua dieta

    Come ho detto all’inizio di questo articolo, gli alimenti di origine animale costituiscono la maggior parte dell’assunzione di LDL.Per abbassare i tuoi livelli di colesterolo cattivo, evita: uova, carne, latticini, salumi, crostacei…. Non dimenticare tutti gli alimenti ottenuti dai suoi ingredienti come la pasticceria e i prodotti industrializzati.

    In generale, si dovrebbe ridurre l’assunzione di grassi e preferire cibi sani come verdure e frutta.D’altra parte, scegliere acidi grassi insaturi per abbassare i livelli di LDL, pur mantenendo l’assunzione di HDL.Troverete questo tipo di acidi grassi nella maggior parte degli oli vegetali e margarine ottenute da questi oli, ma anche nella frutta secca e nel pesce come il salmone o lo sgombro.

    Ci sono molte diete (vedi la nostra top 10 alimenti associati) che possono aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo.Ma alcuni alimenti sono considerati veri e propri farmaci per abbassare il colesterolo e si possono facilmente incorporare nella dieta:

    • soia000000
    • legumi, quali ceci, lenticchie o fagioli secchi00
    • semi oleosi come frutta a guscio, mandorle e nocciole00
    • le mele sono uno dei frutti più ricchi di antiossidanti e il loro consumo riduce il rischio di malattie cardiovascolari.
    • Avocado molto ricco di acidi grassi insaturi0000
    • Anche se si consiglia di evitare il consumo di alcol, un bicchiere di vino rosso di tanto in tanto aiuta a regolare il rapporto di colesterolo buono e cattivo.
    • Infine, la spirulina, che è un’alga molto apprezzata per le sue molteplici proprietà terapeutiche.

    Leggi anche : la dieta paleo, una dieta efficace?

    Fatti sportivi

    Come dicevo, per bilanciare il rapporto tra colesterolo buono e cattivo, è necessario adottare uno stile di vita sano.Il cibo è il primo passo verso uno stile di vita sano.Il secondo è la pratica di un’attività sportiva.Infatti, diversi studi hanno dimostrato che lo sport agisce come un farmaco e riduce significativamente i livelli di LDL.Le persone che partecipano ad una regolare attività fisica hannolivelli di HDL fino al 30% in più delle persone sedentarie.

    Se sei in sovrappeso, ti consiglio di andare gradualmente.L’obiettivo è quello di installareuna routine a lungo termine.Prima dovrai perdere peso.Per fare questo, concentrarsi sugli sport di resistenza di intensità moderata e combinarli con una dieta ipocalorica.

    In tutti i casi, si raccomanda una pratica regolare con d‘almeno un’ora, minimo due volte alla settimana.Combina questa pratica con semplici abitudini quotidiane:passeggiata velocemente invece di prendere l’autobus, salire le scale a buon ritmo invece di prendere l’ascensore, camminare con il cane su sentieri in salita invece che in un parco pianeggiante ecc…..Tutti i mezzi sono buoni per muoversi.Oltre a bilanciare il rapporto di colesterolo buono e cattivo,si rinforzano le arterie, cuore e polmoni.

    Colesterolo, cosa ricordare

    • Il colesterolo èessenziale per il corretto funzionamento del corpo.
    • Non c’è colesterolo buono o cattivo: solouno squilibrio tra i due.
    • La prima causa di questo squilibrio è il cattivo stile di vita.Questo può essere facilmente risolto.
    • Per abbassare il colesterolo, non c’è mistero: mangiare meglio e fare esercizio fisico!