la dieta paleo torna alla dieta preistorica

la dieta paleo torna alla dieta preistorica
4.7 (93.79%) 29 votes

la dieta paleo torna alla dieta preistorica.

la dieta paleo torna alla dieta preistorica.

Conoscete la dieta paleo? A priori,si tratta di adottare le abitudini alimentari dei nostri antenati del Paleolitico che hanno vissuto tra -3 milioni di anni e -10.000 anni.Questi sarebbero più adatti alle nostre esigenze che al nostro attuale modo di mangiare.Questa dieta permette di perdere peso in modo rapido e permanente, ma non solo.

Infatti, la dieta paleo è anche la risposta a malattie moderne come il colesterolo, il diabete e alcuni tipi di cancro.In questo articolo, abbiamo esaminato il regime più antico del mondo.

Da dove viene la dieta paleo?

Questo è l’americano Dr. S.Boyd Eaton che per la prima volta ha menzionato la dieta paleo nel 1985 in una rivista scientifica.Questo ricercatore antropologico in nutrizione propone una semplice teoria: le nostre abitudini alimentari si sono evolute più velocemente delle nostre esigenze fisiologiche.

Anche se a voi può sembrare folle, sappiate che i nostri geni sono estremamente vicini a quelli dei nostri antenati del Paleolitico! Infatti, mutano di circa lo 0,5% per milione di anni.Fai un calcolo rapido, i nostri geni sono tra il 98,5% e il 99,5% simili.D’altra parte, il nostro stile di vita si è evoluto rapidamente attraverso l’agricoltura, il bestiame e la rivoluzione industriale.In poche migliaia di anni, le nostre abitudini alimentari sono cambiate drasticamente.

Partendo da questa osservazione è logico pensare che la dieta dei nostri antenati sia adattata alle nostre esigenze.E se andiamo oltre, potremmo anche spiegare la comparsa di alcune malattie come il diabete, il colesterolo, l’obesità, i tumori e l’intolleranza al glutine.Inoltre, il medico di ricerca franceseJean Seignalet difende anche un ritorno alla dieta ancestrale per migliorare efficacemente la qualità della nostra vita.È noto anche per il suo piano che porta il suo nome, il cui principio è simile al piano paleo.

.

Quali sono i principi della dieta paleo?

Escluse le famiglie di alimenti integrali

Come dicevo,l’idea è quella di tornare alle abitudini alimentari dei nostri antenati del Paleolitico.Di conseguenza, si può immaginare che tutti gli alimenti provenienti dalla trasformazione dell’industria agroalimentare siano esclusi.Non ci sono più dolci, bibite, ma anche piatti surgelati e cibi in scatola.Fino ad allora, si potrebbe dire che non c’è niente di nuovo dato che diverse diete di perdita di peso senza zucchero vietano anche questo tipo di cibo.

Tuttavia, il regime di paleo si spinge molto oltre.Infatti, ricordate le vostre lezioni sulla preistoria: a quel tempo, l’uomo viveva giorno per giorno, raccogliendo e cacciando.Quindi non c’era né bestiame né agricoltura.Di conseguenza, la dieta paleo vieta anche tutti igrani, legumi ma anche i prodotti lattiero-caseari.

Dovrete dire addio a diversi alimenti che consideriamo la base della nostra dieta moderna.Addio a tutti i cibi a base di farina come pasta, pizze e pane.Ma anche a tutte le vostre ricette a base di riso, fagioli secchi o ceci.Per non parlare dei tanti piatti della cucina francese ricca di prodotti caseari comepanna fresca e burro.

Alto apporto proteico, meno carboidrati e grassi sani

In sintesi, il principio della dieta paleo è quello di basare la vostra dieta su carne, pesce, verdura e frutta di stagione.Come risultato, questa dieta è lontana dalle diete ipocaloriche.Infatti si assorbono circa 3000 calorie al giorno contro le 2600 per un contributo di una dieta normale.

Ciò è dovuto a mangimi concentrati in proteine animali come la carne rossa, il pollame o le uova.Infatti, i nostri antenati consumavano in media130 g di proteine animali al giorno contro i soli 65 g di oggi, cioè circa il doppio.Inoltre, la dieta preistorica conteneva anche più proteine vegetali: quasi 60 g contro i 40 g per la maggior parte delle nostre moderne abitudini alimentari.

Il tipo di grasso consumato è radicalmente diverso.Infatti, la maggior parte dei grassi che mangiamo oggi provengono da alimenti industrializzati.Sono poveri di omega-3 e ricchi di omega-6.La dieta paleo, da parte sua, sostiene l’eliminazione di questo tipo di alimenti per favorire alimenti ricchi di omega-3 come il pesce e le uova.

Per quanto riguarda i carboidrati, sono naturalmente in quantità minori, poiché si eliminano tutti i prodotti a base di zucchero.L’apporto di carboidrati proviene quindi principalmente dafrutta, radici, bacche e miele.Anche se quest’ultimo era molto raro a quel tempo.

Più che una semplice dieta, uno stile di vita

Questa dieta preistorica è singolare su due aspetti.Il primo è che il suo principio si basa sulla ricerca genetica e antropologica piuttosto che sui nutrizionisti.Il secondo è che è più uno stile di vita da adottare che una semplice dieta a breve termine.

Infatti, il regime paleo è praticamente una filosofia per chi lo adotta.Si tratta di vivere contro la corrente del nostro stile di vita moderno e comprende tutti gli aspetti del cibo.Come abbiamo appena visto, questa dieta è una delle più restrittive che esiste perché rimuove molti alimenti e ingredienti considerati la base della nostra dieta moderna.

Inoltre, anche se uno dei primi vantaggi di questa dieta è la rapida perdita di peso, questo non è il suo obiettivo finale.Infatti, la dieta paleo mira a stabilire nuove abitudini alimentari a lungo termine per migliorare la qualità della vita.Stiamo parlando di una dieta santé piuttosto che di una dieta a fini estetici.Inoltre, quando la dieta viene interrotta, l’aumento di peso è immediato e molto spesso si guadagnano più chili di quelli che si sono persi.

Quali sono i benefici di una dieta ancestrale?

Perdita di peso rapida e duratura

Anche se non iniziamo una dieta paleo al solo scopo di affinare la nostra silhouette, è comunqueil primo vantaggio di questa dieta.Infatti, il suo elevato apporto calorico garantisce una sazietà di lunga durata tra i pasti.In altre parole, si elimina fin dall’inizio una delle principali cause di aumento di peso: lo spuntino involontario.E anche se siete un po’ affamati, non potete gettarvi sul cioccolato o su una piccola pasticceria.Lo spuntino dei nostri antenati è statoun po’ meno confortante dei nostri poiché tutto quello che dovete fare è accontentarvi di un frutto….

D’altra parte, la soppressione dei prodotti trasformati e degli alimenti amidacei ridurrà significativamente la formazione dicellule grasse.Allo stesso tempo, l’apporto di fibre fornito dal consumo di frutta e verdura aiuta a nutrire i muscoli.In altre parole, si perde massa grassa senza compromettere la massa muscolare.Ecco perché questa dieta è particolarmente apprezzata daisportivi.

La dieta paleo può essere frustrante quando si tratta della varietà degli alimenti consumati.Ad esempio, la soppressione totale degli zuccheri spesso non è ben sperimentata da molte persone che sono praticamentedipendenti da loro.Tuttavia, l’elevato apporto energetico, in particolare da parte delle proteine animali, compensa generalmente questa mancanza.È proprio questo punto preciso che permette di registrare questo regime restrittivo a lungo termine sulungo termine.

Livelli di colesterolo basso

Come probabilmente sapete, c’è il colesterolo buono e cattivo.In parole povere, il colesterolo buono è prodotto dal fegato, mentre il colesterolo cattivo proviene principalmente dalla nostra dieta.E come ci si potrebbe aspettare, non sono né la frutta né la verdura ad essere responsabili dell’eccesso di colesterolo.

Oltre agli alimenti di origine animale, le principali fonti di colesterolo cattivo sono igrassi contenuti negli alimenti trasformati.Anche se l’assunzione di grassi è assolutamente necessaria per il funzionamento del nostro corpo, si tratta di favorire quelli che vengono chiamati grassi buoni.E la dieta paleo raccomanda proprio questi grassi.

I nostri antenati avevano sicuramente un buon colesterolo alto a causa delconsumo di omega-3 contenuto nel pesce e nelle uova.Con un basso livello di colesterolo cattivo grazie all’eliminazione di cibi lavorati come dolci e snack.Inoltre, non hanno consumato alcool o tabacco.

Miglioramento del metabolismo dell’insulina

La dieta paleo è anche raccomandataper i diabetici.Come promemoria, il diabete è il disturbo della regolazione dell’insulina.Questa è una malattia grave perché l’insulina permette alle cellule di assorbire lo zucchero consumato.Alte dosi di glucosio nel sangue sono tossiche e possono portare a malattie cardiache.

Ecco perché le persone con diabete devono seguire una dieta rigorosauna dieta rigorosa.Questo si basa naturalmente su un’assunzione controllata di carboidrati.Ciò include il consumo di frutta e l’eliminazione di tutti gli alimenti che contengono zucchero.Inoltre, le diete adattate ai diabetici favoriscono un elevato apporto proteico attraverso carne, pesce e verdure.

Come avrete capito, con il suo apporto esclusivo di carboidrati naturali, la dieta paleo èparticolarmente adatta ai diabetici.Inoltre, svolge anche un ruolopreventivo perché evita fluttuazioni elevate del glucosio nel sangue.

Diminuzione dei rischi allergenici

Infine, la dieta paleo è raccomandata anche in caso di allergie.Infatti, si raccomanda la rimozione del glutine e del lattosio, due allergeni noti.Alcuni studi stanno anche esaminando la teoria che spiega la comparsa di allergie attraverso abitudini alimentari non adatte al nostro corpo.

Come iniziare una dieta paleo “

#1 – Pesare i pro e i contro

Per cominciare,siate sicuri di voler intraprendere una dieta così restrittiva.Il vostro apporto calorico sarà più alto, certamente non avrete questa sensazione di fame.Tuttavia, non dimenticate che state per eliminare diversi alimenti di base dalla nostra dieta moderna.Affinché la dieta paleo sia efficace, dovete farne una nuova filosofia di vita.Dite addio per sempre alle prelibatezze di tutti i tipi.

Inoltre, questo tipo di regime avrà inevitabilmente un impatto sulla vostra vita sociale.Di per sé, tutte le diete hanno questo svantaggio perché si tratta di mangiare in modo diverso dalle altre diete.Tuttavia, è molto più facile ordinare un menu vegetariano o a basso contenuto calorico che trovare un piatto in stile paleolitico.Anche se, se si guarda attentamente, ci devono certamente essere alcuni ristoranti che lo offrono.

#2 – Per saperne di più

La dieta paleo non è una dieta che viene intrapresa durante la notte.E’ molto restrittivo in quanto rimuove totalmente almeno due famiglie di sostanze nutritive: cereali e latticini.Ecco perché è essenziale essere informati e conoscere le proprie esigenze nutrizionali.In caso contrario, si può soffrire dicarenze o viceversa consumare un po’ di cibo in eccesso. Infatti, si dovrà compensare l’assunzione di calcio.

Se potete, parlate con unnutrizionista, sarà in grado di consigliarvi e guidarvi per passare con successo a uno stile di vita alimentare ancestrale.Altrimenti, sappiate che ci sono molti libri molto completi che possono aiutarvi.Ci sono in particolarediversi libri di riferimento in francese.Per esempio, prendi il libro di Marc-Olivier Schwartz e Thomas Renoult: Manger Paléo, che include diverse idee di ricette e menù campione.

Non dimenticate di guardare altre diete simili comeil Seignalet ola dieta Kousmine.Possono essere una fonte di ispirazione e di informazione.

#3 – Sviluppare diversi menu in anticipo

Come avrete capito, uno dei principali svantaggi della dieta paleo è la sua natura restrittiva.Potreste avere difficoltà a sviluppare inizialmente menu che rispettino i principi di una dieta ancestrale.Come promemoria, ecco le5 regole fondamentali da rispettare :

  • Scegliere i piatticru o al vapore.
  • Inoltre, dovrai scegliere la tua verdura e la frutta a seconda della stagione.E la carne che mangiate deve provenire da allevamenti all’aperto dove gli animali mangianoerba.
  • Nessun ingrediente della trasformazione industriale.Quindi, niente zucchero ma anche niente sale!
  • Senza cereali, senza legumi e senza prodotti lattiero-caseari00
  • 3000 calorie/giorno
  • Esempio di tipo di menu paleo

    Per avere un’idea, ecco un esempio di un tipico menu paleo per un giorno che si può facilmente variare:

    • Colazione : una frittata o uova strapazzate con verdure come spinaci, funghi o cipolle.Se lo si desidera, è possibile aggiungere una fetta di tacchino o prosciutto cotto.Puoi anche prepararti un succo di frutta.Se vi mancano le idee, date un’occhiata alle nostre salutari ricette per la colazione.
    • Pranzo : preparare un’insalata completa con un mazzo intero di verdure diverse.È possibile preparare una grande quantità in modo che il problema di riempimento possa essere risolto per l’intera settimana.Poi aggiungere carne o pesce.Per dessert, si può mangiare un frutto.
    • Collation : un’insalata di frutta mista a noci.
    • Cena : Per variare i piaceri, pensate alla zuppa di verdure fredda o calda a seconda della stagione.Se ti manca la pasta, puoi farla con la zucca.Allo stesso modo, le lasagne di melanzane sono eccellenti.

    Se vi manca l’ispirazione, guardate a lato per piatti vegetariani o senza glutine, troverete molte idee di ricette!

    Leggi anche : Lo sport è una medicina efficace?